Italiano Inglese Francese Spagnolo
  

Pedana stabilometrica

Pedana stabilometrica

Kit composto da pedana stabilometrica per analizzare la distribuzione dei pesi e la postura dei pazienti, software per l'analisi delle immagini. Strumento professionale per chiropratici, fisioterapisti e medici.

Prezzo: 4000.00 €
La pedana stabilometrica Posture Scale Analyzer (PSA) è stata sviluppata per rispondere alle esigenze di chiropratici americani e europei che necessitavano di uno strumento bilaterale che indicasse la distribuzione dei pesi e la postura dei pazienti.
 
La pedana stabilometrica PSA è composta da una placca a 4 sezioni. Fornisce informazioni multiple su distribuzione del peso, centro di gravità, stabilità e altro.
Inoltre la PSA include uno strumento per la riabilitazione attraverso il biofeedback destinato ai pazienti per controllare il loro equilibrio.
 
La pedana stabilometrica PSA è stata sviluppata in collaborazione con il Dr. Pellissier, Chiropratico, al fine di fornire uno strumento adatto alle esigenze dei chiropratici, fisioterapisti, dentisti, oculisti e di tutti coloro che si occupano di postura. Riceviamo continui feedback dalle persone che usano la pedana al fine di migliorarla costantemente e fornire periodici aggiornamenti.
 
Midot è la società dedicata a promuovere, distribuire e sviluppare la pedana stabilometrica PSA.
Midot ha un contratto di esclusiva con Shekel Scale per la distribuzione mondiale della pedana PSA e Cojeda s.r.l. è il distributore esclusivo di tali pedane posturali per l’Italia.
 
Il sistema Posture Analyzer System contiene 2 strumenti coordinati:
  1. La pedana posturale ed il software posturometrico (diagnostico e bio-feedback)
  2. Il software per analizzare le immagini (poster vision non indispensabile ma suggerito)

Tale sistema è lo strumento ideale e essenziale per:

  1. Chiropratici
  2. Dentisti
  3. Oculisti
  4. Neurologi
  5. Fisioterapisti
  6. Posturologi
  7. Podologi
  8. Centri di riabillitazione
  9. Medici dello sport
  10. Osteopati

Due strumenti in un solo sistema
La pedana stabilometrica PSA analizza la distribuzione del peso corporeo, dell'equilibrio e la stabilità del paziente.
 
La pedana stabilometrica funziona in due modi:
  1. Modalità test - fornisce le seguenti informazioni
    1. registra i pesi divisi in destra e sinistra, anteriore e posteriore
    2. seleziona il centro di gravità durante il test
    3. controlla i parametri dinamici: stabilità, direzione e ampiezza dell’ondeggiamento, tendenza alla caduta
  2. Modalità allenamento
    1. biofeedback in tempo reale
    2. rieduca e riequilibra il paziente nel controllo dell'equilibrio e della stabilità
    3. aumenta le capacità propriocettive del paziente

Altre funzionalità comprendono:
  1. Grafici dei risultati semplici e precisi
  2. Informazioni sui test rapidi (15 sec)
  3. Registra i risultati e le performance dei pazienti
  4. Stampa i dati dei test
  5. Permette l'esportazione dei risultati via e-mail
  6. Permette analisi statistiche
  7. Certificazione CE
  8. Sistema facile da usare

Il sistema PSA può essere usato per:

  1. Prima del trattamento per determinare il giusto trattamento
  2. Dopo il trattamento per determinare l'efficacia del trattamento
  3. Durante il trattamento per monitorare i miglioramenti del paziente

La pedana PSA fornisce analisi statistiche sui test fatti sul singolo paziente, su un gruppo di pazienti o tutti i pazienti. Tali dati possono essere raccolti per data, età dei pazienti, sesso o altri 6 criteri a scelta del professionista.
 

SCIENZA E CHIROPRATICA:
l’importanza delle nuove tecnologie

Dr. Pellissier Eddy D.C., C.C.S.P.
Già Presidente Associazione Italiana Chiropratici

Tutti noi sappiamo che la chiropratica funziona: lo sanno i chiropratici, lo sanno i medici che riferiscono i pazienti, lo sanno i pazienti che sempre più spesso riferiscono altri pazienti e lo sa soprattutto la comunità scientifica che pubblica ricerche ed evidenze con maggiore frequenza.
Allora perché la chiropratica ha così tante difficoltà a farsi accettare come disciplina scientifica?

Le risposte sono molteplici:

Spesso la letteratura è pubblicata in inglese e non tradotta
Sovente le ricerche portano solo su evidenze molto specifiche (colonna cervicale o lombare)
Spesso i risultati sono paragonati e mischiati a risultati della altre professioni (fisioterapia, medicina manuale, ecc)
Esistono difficoltà d’accesso a laboratori di ricerca.

Ciò nonostante, come potete leggere nell’articolo del dr. Caravaggio, la ricerca nella chiropratica avanza e produce tonnellate di studi e risultati che danno ragione alla professione: la chiropratica aiuta a guarire ed a mantenere lo stato di salute ottimale per i pazienti.

L’altra difficoltà oggettiva che esisteva fino ad ora era la mancanza di strumenti accessibili e poco costosi che potevano essere usati dai chiropratici nel corso della loro vita professionale di tutti i giorni a contatto con i pazienti nei propri studi. Per fare della ricerca bisognava perdere tempo ed era difficile raccogliere i dati; fortunatamente l’avvento delle pedane posturometriche ha risolto tale problema.

Con tali pedane si possono facilmente raccogliere un’infinità di dati, ma soprattutto si possono dimostrare scientificamente ed in modo ripetitivo i risultati ottenuti: la pedana non è solo strumento diagnostico ma serve anche per intraprendere terapie correttive della postura.

La pedana si pone al servizio del chiropratico, per aiutarlo ad oggettivare i comportamenti posturali, tenere in memoria la situazione attuale e per poterla confrontare con gli esami futuri.

Normalmente si eseguono una serie di test (durata circa 15-20 secondi) per stabilire delle linee o tendenze di base che ci permetteranno in seguito di vedere i cambiamenti ottenuti.

Tali esami possono variare al variare delle professioni che usano tale strumento: il vantaggio di tali pedane è anche quello di poter creare un set di dati che possono essere usati e letti nello stesso modo dal chiropratico, dal dentista, dall’oculista, ecc. per arrivare ad una diagnosi completa e il più accurata possibile.

Nella foto 1 vediamo la schiena del paziente e la possibilità di tracciare varie linee che saranno automaticamente calcolate dal programma.

Nella foto 2 la stessa paziente di fianco.

Nella foto 4 vediamo il test di un paziente eseguito a bocca aperta: il peso è spostato indietro e a sinistra.

Nella foto 5 vediamo lo stesso paziente pochi secondi dopo nello medesimo test ma questa volta con i denti a contatto strettamente: si nota subito che l’ellisse e la posizione sono cambiate notevolmente... il che può indicare un problema di occlusione.

Questo tipo d’indicazioni, portato avanti nel tempo, permette al professionista, (chiropratico, dentista, oculista..) di verificare oggettivamente e non solo soggettivamente il progredire della terapia. Spessissimo testiamo pazienti ai quali è stato suggerito l’uso di una soletta che, una volta testata, peggiora drasticamente la postura sulla pedana! Stesso dicasi per placche di svincolo applicate da dentisti che usano, come dice un mio collega dentista, come solo apparecchio di controllo “l’occhiometro!”.

A volte, nel tentativo di voler correggere troppo, si perde di vista il benessere del paziente e si dimentica la tesi fondamentale della chiropratica: “Primo, non nuocere!”

Spesso tali pedane sono anche correlate dalla possibilità di programmi che studiano la postura e la posizione in stazione verticale.

La foto 3 mostra la schermata principale del programma d’acquisizione dati della pedana stabilometrica.
Ormai, con tali soluzioni scientifiche disponibili in tutti gli studi dei chiropratici, sarà molto facile creare una molteplicità di ricerche, valide anche interprofessionalmente, che comproveranno la validità della nostra professione: non solo agli occhi dei pazienti, ma soprattutto verso la comunità scientifica che non potrà più tacciarci d’essere poco scientifici e basarci su filosofie assurde.

Se D.D. Palmer avesse avuto tali risorse 110 anni fa, probabilmente la chiropratica sarebbe ora la scienza medica più diffusa in tutto il mondo, ve lo garantisco io!

CHI HA COMPRATO QUESTO PRODOTTO HA COMPRATO ANCHE

Posture Vision

Il Posture-Vision è il pannello complemetare...

NEWSLETTER

Iscriviti alla newsletter

 

VALUTA

Seleziona la valuta

 

Ultimo Aggiornamento del sito
08 Febbraio 2011

Home | Chi Siamo | Servizio Clienti | Il tuo Account | Registrazione | Contatti

Condizioni generali di vendita | Informazioni legali | Privacy

pedana stabilometrica, pedane stabilometriche, analisi postura, distribuzione dei pesi, pedana posturometrica, stabilometria, posturometria
Copyright © 2005 COJEDA S.R.L.
Ruelle Laurent Revel, 2 - 11017 Morgex (Aosta) - ITALY ::: P.IVA IT01085120077
All rights reserved.

WEB DESIGN DIGIVAL - ITALY